Classificazione degli utensili meccanici

Un utensile meccanico è un oggetto progettato per facilitare l’uso di un’attività meccanica; ciò richiede la corretta applicazione della forza o dell’energia.
Alcuni strumenti sono combinazioni di macchine semplici e spesso offrono vantaggi meccanici; ad esempio, il morsetto è una doppia leva il cui supporto è nell’articolazione centrale, la forza viene applicata con la mano e la resistenza con la parte trattenuta. Sono tutti utili per lavori meccanici che richiedono l’applicazione di una certa forza fisica.

Classificazione degli utensili
Esiste un numero molto ampio di strumenti a seconda della loro funzione, ma in termini generali sono facilmente classificati in due gruppi: manuali e non manuali, che di solito sono suddivisi in base al loro uso. Così come, ad esempio, misurazione, taglio, tracciatura, serraggio, maschiatura, sgrossatura e lavorazione meccanica.

Utensili meccanici manuali
Gli utensili manuali sono quelli in cui gli esseri umani usano la forza muscolare senza l’utilizzo di alcuna energia esterna (elettricità, aria, etc.)

Gli esempi più semplici di questo tipo di utensili meccanici sono il cacciavite, il martello, la chiave a tubo e il morsetto; tuttavia, ce ne sono tanti altri più complessi e di seguito verranno citati e descritti quelli più importanti.

– Morsa da banco: viene fissata al tavolo di lavoro e il modo di trattenere i pezzi è molto semplice e comodo. Se i pezzi da trattenere sono fragili, è preferibile mettere alcuni pezzi di cartone o legno in modo da non lasciare i segni dei morsetti.
– Sergenti da falegname: normalmente sono usati per mantenere fermi i pezzi da perforare col trapano.
– Inserti: sono utilizzati per tenere saldi i piccoli pezzi o quelli che non si adattano al morsetto durante la foratura.
– Pinze: sono strumenti che vengono utilizzati per trattenere piccole parti quando devono essere piegate, tagliate, saldate o estratte. Esistono molti tipi di pinze, come quelle a punte piatte, rotonde e universali. La scelta del tipo di pinza dipende dall’uso che se ne deve fare.
– Forbici: è uno strumento composto da due lame e che, attraverso l’azione di esse, consente lo strappo o il taglio del materiale. Con questa forma di taglio, non vengono rilasciati trucioli ed esistono diversi tipi di forbici a seconda del materiale da tagliare.
– Forbici da taglio per lamiera: sono delle forbici progettate per tagliare il metallo. Se quest’ultimo è molto spesso, può essere posizionato sul tavolo o sulla morsa.
– Calibro: è uno strumento di misura che serve ad effettuare misurazioni relativamente piccole, da centimetri a frazioni di millimetri. Ultimamente sono molto diffusi anche i calibri online.
– Il micrometro: strumento di misura ad alta precisione, in grado di misurare centesimi di millimetro (micron), da cui deriva il suo nome.
– Pinze da taglio: hanno la stessa funzione delle forbici, ma di solito vengono utilizzate per tagliare fili e cavi metallici.
– Scalpello: è un utensile da taglio orizzontale molto fine, che viene utilizzato per praticare fori nel legno.
– Martello: viene usato per colpire e quindi trasmettere una forza ad un altro elemento o strumento, anche per modificare forme dei materiali.
– Mazze: sono martelli con teste di legno, nylon o gomma e sono usate per colpire materiali morbidi che possono subire danni. Sono spesso usati dai carrozzieri per eliminare le ammaccature.
– Seghe: ne esistono di diverse dimensioni e quantità di denti, per legni morbidi, duri o verdi. Le seghe svolgono la stessa funzione, ma sono lame sottili montate su archi di forme diverse.
– Chiavi: sono utilizzate per serrare o allentare dadi e bulloni e hanno un numero che indica la lunghezza del dado corrispondente in millimetri. Ogni chiave ha solo due dimensioni di serraggio del dado, una per ciascuna estremità.

Utensili meccanici non manuali
Tutti gli utensili non manuali hanno la caratteristica di impiegano l’aria o l’elettricità per il loro uso. Di seguito ecco i più comuni.
– Tornio: è una macchina utensile che serve per la costruzione di pezzi di legno o metallo, come coni, cilindri, etc.
– Fresa: è un utensile utilizzato per la costruzione di parti con cui è possibile realizzare scanalature, modanature e ingranaggi.
– Martinetto idraulico: è un attrezzo multifunzionale alimentato da sistemi idraulici che ha il compito di sollevare oggetti pesanti.
– Trapano: è un utensile molto comune che serve a praticare fori con punte e può funzionare sia a corrente che a batteria.

Per maggiori informazioni, consultare il seguente indirizzo: www.stm-specialtools.it.